Trofeo Targa Chianti 2017 – 24 Settembre
30 agosto 2017 – 22:48 | Nessun commento

Scaldiamo i motori e prepariamoci a gustare ottimi Chianti … con moderazione !
Scarica la scheda di iscrizione :
Scheda iscrizione Trofeo Targa Chianti 2017

Leggi tutto il contenuto »
Campionato Sociale

tutte le notizie relative al Campionato Sociale del CAMET

Coppa Toscana

tutte le notizie relative alla Coppa Toscana

manifestazioni

tutte le notizie sulle manifestazioni organizzate dal CAMET

Dal Club

tutte le notizie dal Club riguardanti le novità e la vita sociale

notizie ASI

tutte le novità e gli aggiornamenti da parte dell’ASI

Home » Comunicato stampa, Notizie, eventi e manifestazioni, Primo piano

Tra mari e monti, la 15a rievocazione della Coppa della Toscana, iscritta nel trofeo ASI Marco Polo e riservata ad auto prodotte fino al 1965

Inserito da il 24 febbraio 2010 alle 11:14Nessun commento

Circa 60 splendide auto d’epoca trascorreranno il week end 17-18 Aprile nel nord della Toscana, tra i fascino della Versilia e la bellezza delle Alpi Apuane, durante la rievocazione storica della Coppa della Toscana, una gara di regolarità che ricorda una delle più celebri corse su strada del dopoguerra – la Coppa della Toscana – che attraversava il “Granducato” negli anni dal 1949 al 1954. Durante il percorso scatteranno i pressostati anche per il Trofeo Alessandro Ercoli, giunto alla sesta edizione, che rende onore ad uno dei pionieri del motorismo storico italiano e grande appassionato delle vetture prodotte dal costruttore fiorentino Pasquino Ermini che rivaleggiarono con Ferrari e Maserati negli anni del dopoguerra.

La Coppa Toscana ha, fin dalle sue prime edizioni, dedicato grande attenzione alla scelta del percorso per consentire agli equipaggi, provenienti da tutta Italia e dall’estero, di ammirare i paesaggi toscani meno noti attraversando strade che normalmente non vengono utilizzate. Per la edizione 2010, la Coppa Toscana tornerà nella fascinosa Versilia, percorrendo i lungomare di Viareggio e di Forte dei Marmi, per poi salire nei paesaggi mozzafiato delle Alpi Apuane fino alle celebri cave di marmo.

Le precedenti edizioni della rievocazione della Coppa Toscana hanno riscontrato grande successo per la cura della organizzazione e la importanza delle vetture partecipanti, tanto da risultare più volte premiate dall’ASI (Automotoclub Storico Italiano) con prestigiosi riconoscimenti come la Manovella d’Oro e il Premio Speciale ASI.

Come ormai tradizione, nella Coppa Toscana la componente agonistica ha importanza per dare quel pizzico di brio ai trasferimenti ma non è mai preponderante sul mix di natura, cultura, arte e … piacere enogastronomico che contraddistinguono questa manifestazione che è comunque inserita nel Trofeo Marco Polo calendario ASI. Le prove a cronometro saranno scaglionate durante le due giornate della manifestazione. E’ prevista una sosta a Pietrsanta, la città natale di Eugenio Barsanti, l’inventore del motore a scoppio. Proprio in onore di Barsanti, la prova valida per il Trofeo Alessandro Ercoli partirà di fronte alla casa dove nacque il 12 Ottobre 1821.

Interessante, ed impegnativa, anche la giornata successiva quando le auto partecipanti si trasferiranno a Carrara e saliranno sulle Alpi Apuane, dove è prevista la visita alla Cava Museo del Marmo di Carrara.

E’ interessante ricordare le edizioni storiche della Coppa della Toscana, negli anni del 1949 al 1954.

La prima Mille Miglia del dopoguerra fu organizzata, in condizioni comprensibilmente precarie, nel 1947. Il vincitore fu il fiorentino d’adozione Clemente Biondetti. L’anno successivo però, l’organizzazione decise di non far passare da Firenze la corsa su strada forse più famosa al mondo. Nacque così nella mente dei dirigenti degli Automobile Club della Toscana l’idea di organizzare una corsa tutta nel “Granducato” che, seppur non avesse precedenti di rilievo, potesse compensare la delusione sofferta.

Questa manifestazione prese il nome di Coppa della Toscana.

Così nella mattina del 31 Luglio 1949 scattarono le ottanta vetture partecipanti, delle quali solo la metà giunse al termine di un percorso lungo e selettivo. Il vincitore della prima edizione fu il pilota padovano Ugo Bormioli, su una Fiat 1100 Sport approntatagli per l’occasione dal “mago” fiorentino Pasquino Ermini.

Nel 1950, le Mille Miglia tornarono ad attraversare Firenze, ma il successo della manifestazione Toscana, nata come corsa “alternativa”, fu tale che questa venne ripetuta anche in quell’anno ed in quelli successivi, fino al 1954. La Coppa della Toscana terminò quindi proprio nel 1954 quando l’Automobile Club di Firenze decise di far rinascere al suo posto un’antica manifestazione, il Circuito del Mugello.

Per maggiori informazioni : www.coppatoscana.it