Buone Vacanze  e … i prossimi eventi del CAMET
24 luglio 2017 – 21:06 | Nessun commento

Carissimi Soci ed Amici,
Dopo il grande successo di Firenze Sotto le Stelle e del Concorso di Eleganza “alla Corte dei Medici” … la Segreteria del Club chiude da Venerdì 28 Luglio e riaprirà Lunedì 4 …

Leggi tutto il contenuto »
Campionato Sociale

tutte le notizie relative al Campionato Sociale del CAMET

Coppa Toscana

tutte le notizie relative alla Coppa Toscana

manifestazioni

tutte le notizie sulle manifestazioni organizzate dal CAMET

Dal Club

tutte le notizie dal Club riguardanti le novità e la vita sociale

notizie ASI

tutte le novità e gli aggiornamenti da parte dell’ASI

Home » Notizie, eventi e manifestazioni, Primo piano

XV rievocazione della Coppa Toscana e VI Trofeo Alessandro Ercoli nelle strade della Versilia e sulle Alpi Apuane

Inserito da il 21 aprile 2010 alle 21:18Nessun commento

La manifestazione, iscritta nel Trofeo ASI Marco Polo, ha attraversato le località più famose della Versilia per poi immergersi nel bianco delle Alpi Apuane. Doveroso il ricordo a Padre Barsanti nella città natale di Pietrasanta.

Un successo superiore alle aspettative ha messo a dura prova anche la rodata “macchina organizzativa” del CAMET per la XV rievocazione storica della Coppa Toscana, che nel week end 17-18 Aprile ha portato quasi 60 bellissime auto dalle spiagge della Versilia ai paesaggi mozzafiato delle Alpi Apuane.

La manifestazione è inserita nel Trofeo ASI Marco Polo, il cui regolamento si adatta perfettamente allo spirito che ha da sempre contraddistinto la Coppa Toscana dove la competizione di regolarità è importante per dare un pizzico di sale ai trasferimenti, ma la presenza del cronometro non è mai stata preponderante sulla bellezza dei paesaggi attraversati, sulle visite culturali e – perché no ? – sulle soste eno-gastronomiche, indispensabili in terra di Toscana.

Quest’anno la Coppa Toscana, abbinata alla VI edizione del Trofeo Alessandro Ercoli che ricorda uno dei pionieri del motorismo storico italiano, ha portato gli equipaggi nei luoghi più famosi della Versilia, dal Forte dei Marmi a Viareggio e Piatrasanta, ed è poi salita, passando da Massa e da Carrara, fino alle cave di Carrara in una splendida giornata di sole dove il bianco del marmo più famoso del mondo faceva risaltare le carrozzerie dei nostri gioielli. Parcheggiate le auto in questa candida cornice, gli equipaggi hanno visitato la Cava Museo del marmo di Carrara. Il giorno precedente, sempre nello spirito del trofeo Marco Polo, era stata organizzata con l’Associazione Vele Storiche di Viareggio – con cui il CAMET è gemellato – la visita ad un cantiere Viareggino specializzato nel restauro di antichi velieri.

Graditi ospiti alla cena di gala al Forte dei Marmi Roberto Loi – presidente ASI – e Renzo Cardini -Presidente del Balestrero Club di Lucca. Il Commissario ASI della manifestazione era Alberto Ghini, 

Difficile scegliere quali ricordare tra le tante auto partecipanti.

Per le anteguerra: Fiat 509, 508 Balilla, Fiat 514, Wolseley, Singer, Morris oltre che, immancabile alla Coppa Toscana, la Lancia Belna del 1934 di Monsier Cruyt proveniente dal Belgio. Candida come il marmo di Carrara la BMW 328 da corsa del 1937 di Massimo Ermini, in partenza per le Mille Miglia. Bellissime le barchette del dopoguerra, tra cui la Ermini 1100 Sport Siluro che, pilotata da Ugo Bormioli, vinse la prima Coppa della Toscana nel 1949. Più recenti una cabriolet EMW, costruita nel dopoguerra nella DDR nella ex-fabbrica della BMW di Eisenach e unico esemplare in Italia, una splendida Giulia GTC e poi tante altre a formare una carovana che ha lasciato senza fiato gli appassionati che hanno seguito la manifestazione.

Passando alle classiche della gara valida per il Trofeo Marco Polo, al primo posto dei regolaristi d’eccezione, la coppia Menichetti Sannitu su Giulia GT, seguiti dai coniugi Orlandini di Siena, con la nera Jaguar XK 120 e dalla MGA di Beltrami. Al quarto posto la bellissima Alfa Romeo 1900 Touring Cabriolet del 1952, conservata, di Piccolo Pianigiani, seguiti dai vincitori della edizione del 2009, la simpatica coppia Marchini di Milano su Austin Healey Sprite. Aglietti si è aggiudicato invece il trofeo Alessandro Ercoli su Mercedes Benz 190 SL del 1957, ancora con la targa italiana del tempo ed anch’essa conservata. Ben classificati anche gli equipaggi stranieri: Dominique Cruyt dal Belgio, Garzia dalla Spagna e l’ equipaggio svizzero, tutto femminile, di Beatrice Haenzi che si è aggiudicata la Coppa delle Dame.

Importante infine ricordare la sosta a Pietrasanta, città natale di padre Eugenio Barsanti scopritore del motore a scoppio insieme a Matteucci. Una fastidiosa pioggia non ha scoraggiato gli equipaggi a partecipare alla cerimonia, organizzata dal CAMET in rappresentanza di tutti gli appassionati di antichi motori, della consegna di una corona alla casa natale di Barsanti, proprio il 18 Aprile, nell’anniversario della sua morte avvenuta nel1864.

Dove ci porterà la Coppa Toscana 2011 ?

foto di Stefano Andorlini, Antonello Biscini, Andrea Viggiano